La RIABILITAZIONE del
PAVIMENTO PELVICO
 
    Perineo, pavimento pelvico, diaframma pelvico: nomi diversi per indicare quella  stessa complessa, stratificata e preziosa parte muscolare del nostro corpo che si appoggia sulla sella della bicicletta.    
    Il perineo non è solo un muscoletto fra ano e vagina!
    Insieme ad altre strutture, le fasce e i legamenti, forma un’amaca che chiude in basso il bacino (la pelvi) facendogli da pavimento.
    Ha una relazione importante con gli organi pelvici (vescica e retto) e genitali (ovaie e tube, utero, vulva e vagina): li tiene su, li mantiene al loro posto e li circonda favorendone il funzionamento, il controllo volontario, la sensibilità, gli aspetti circolatori, la percezione del piacere e il parto.    
    
    Ogni donna ha il “suo” perineo e riabilitarlo significa seguire un percorso individuale di rieducazione e allenamento perchè questi muscoli della salute femminile riprendano il giusto tono muscolare e si riapproprino delle necessarie abilità e competenze.
 
    A chi si rivolge la riabilitazione perineale?
 
Donne di qualsiasi età possono averne bisogno, alcuni disturbi infatti coinvolgono sia donne giovani che d’età, le puerpere (le donne che hanno partorito, specie dopo un parto difficile) per sostenere il perineo e l’addome nel recupero delle funzionalità con delicatezza e rispetto dei tempi, dopo alcuni interventi ginecologici (isterectomia e interventi per i prolassi) con un ruolo preventivo e riabilitativo.
 
COLLOQUI INFORMATIVI in Via Bagetti 20
LUNEDI 23 SETTEMBRE dalle 17 alle 19
Previo contatto telefonico è possibile usufruire di un colloquio per valutare se sia indicato avviare con l’Ostetrica un percorso rieducativo a scopo preventivo o per disturbi legati al pavimento pelvico: incontinenza urinaria, vulvodinia, prolassi, dolore nei rapporti sessuali.

 
DISTURBI del PAVIMENTO PELVICO
 
 
 
 
 
 
Questo sito non utilizza cookies di profilazione, nè propri nè di altri siti.
 
 
Agosto 2019