IL PROLASSO
Con questo termine si indica l’abbassamento di un organo che si allontana dalla sua naturale posizione occupando lo spazio della vagina.
Il prolasso dell’utero (isterocele), della vescica (cistocele) e del retto (rettocele) possono compromettere le funzioni di questi stessi organi e di quelli vicini.
Esistono diversi gradi di prolasso che possono non dare problemi oppure creare una sensazione di importante disagio.
 
COSA si PUO’ FARE
La riabilitazione del pavimento pelvico serve a ridurne la discesa, evitare il peggioramento nel tempo e contenere i fattori di rischio di ricomparsa di questo problema e di altri (incontinenza urinaria mascherata dal prolasso) dopo un eventuale intervento chirurgico di correzione e riposizionamento.
 
RIMEDIO NON CHIRURGICO esiste un piccolo cubo di silicone, “pessario a cubo”, che tiene al suo posto l'organo ballerino e che la donna si gestisce da sola mettendolo e togliendolo dopo un periodo di facile addestramento del quale l’Ostetrica si occupa con qualche seduta individuale.
 
 
COLLOQUI INFORMATIVI in Via Bagetti 20
LUNEDI 30 SETTEMBRE dalle 17 alle 19
Previo contatto telefonico è possibile usufruire di un colloquio per valutare se sia indicato avviare con l’Ostetrica un percorso rieducativo a scopo preventivo o per disturbi legati al pavimento pelvico: incontinenza urinaria, vulvodinia, prolassi, dolore nei rapporti sessuali.

 
LA RIABILITAZIONE PERINEALE
 
DISTURBI del PAVIMENTO PELVICO
 
 
 
 
 
Questo sito non utilizza cookies di profilazione, nè propri nè di altri siti.
 
La dottoressa Ostetrica Lussoglio a Torino è specialista in riabilitazione del pavimento pelvico e rieducazione perinatale per l’incontinenza, la vulvodinia, i prolassi, la dispareunia e il dolore ai rapporti, il vaginismo, la dismenorrea, le cistiti e vaginiti ricorrenti e la secchezza vaginale in menopausa.
    info ostetrica torino, riabilitazione pavimento pelvico, riabilitazione perineale, pavimento pelvico torino, incontinenza, prolassi, secchezza vaginale, vulvodinia, dispareunia, vaginismo, dolore intimo, cistiti, vaginiti, dismenorrea, dolore mestruale, vagina, vescica, menopausa
 
          
la dottoressa ostetrica paola lussoglio a torino si occupa di vulvodinia e vestibulodinia, sindrome vulvo vestibolare, SVV, vulvodinia spontanea e vulvodinia provocata e vulvodinia mista, che è una sindrome dolorosa cronica alla vulva e si manifesta con  sintomi diversi: bruciore intimo ai rapporti, punture di spilli, prurito, dolore alla penetrazione, dispareunia superficiale, dispareunia introitale, secchezza vaginale, clitoridodinia, irritazione vulvare, infiammazione, arrossamento, dolori urinari, cistiti, bruciore ad urinare, sindrome uretrale, nevralgia del pudendo, iperalgesia, alexitimia, fissurazioni, ipertono del pavimento pelvico e degli elevatori dell'ano, depressione, calo del desiderio sessuale, dolore su grandi labbra, dolore sulle piccole labbra, dolore sul clitoride, dolore alla forchetta, dolore in zona periuretrale,
Diagnosi con test pressorio con cotton fioc alle ore 5 e alle 7, swab test, dolore evocato sul vestibolo,
Si cura con antidepressivi, laroxyl, riabilitazione perineale, riabilitazione del pavimento pelvico, rimedi naturali, antidepressivi, laser, tens, chinesiterapia, elettrostimolazione VSNS, esercizi di kegel,  
 
Ostetrica dottoressa Nicoletta Spano, dottor Pesce, dottor Murina, Laura Coda, associazione vulvodiniapuntoinfo onlus, Graziottin, Bernorio
 
 TORINO  ottobre 2019